top of page

Allergia in casa: come combatterla?

Aggiornamento: 10 apr

La primavera è finalmente arrivata tra noi, così come le giornate più belle, gli alberi in fiore e le allergie. Per alcune persone in questo periodo è difficile rimanere all’aria aperta, ma anche tra le accoglienti mura di casa si possono nascondere tante insidie: polvere, muffa, acari e peli di animali domestici possono causare forti sintomi allergenici.

In questo articolo, vediamo come riconoscere e gestire l'allergia in casa.


ragazza che starnutisce

Le principali cause dell'allergia in casa


Polvere

La polvere è molto spesso l’indiziato numero uno per quanto riguarda i sintomi allergici tra le mura domestiche. È composta da piccole particelle di vari materiali, tra cui fibre di tessuto, cellule di pelle umana e animale, polline e muffa. Si nasconde dappertutto e può dare fastidio anche ai soggetti non allergici. La polvere favorisce anche la presenza degli acari della polvere, piccoli insetti che si nutrono di queste particelle e verso i quali molte persone sviluppano una vera e propria allergia che causa irritazioni della pelle e difficoltà a respirare.


Muffa

La muffa è un altro elemento che può nascondersi tra le mura domestiche. Cresce e si diffonde in aree umide come il bagno, la cucina o la cantina. Le muffe rilasciano nell’aria delle spore che possono causare reazioni allergiche anche importanti quando vengono inalate.


muffa sul muro

Bisogna prestare particolare attenzione alla muffa nera, la cui esposizione può causare gravi patologie respiratorie nei soggetti più deboli. Ecco alcuni luoghi comuni dove può formarsi:

  • Bagno: Il luogo prediletto per la muffa è sicuramente il bagno, a causa dell’umidità costante in questo ambiente.

  • Cucina: l’umidità generata dalla cottura dei piatti può favorire la crescita della muffa, che può nascondersi sopra la cucina ma anche nella zona intorno al lavello o alla lavastoviglie

  • Seminterrato: Il seminterrato è spesso purtroppo una zona umida e mal ventilata, oltre ad essere esposto alle perdite d’acqua e di umidità che entra dal terreno circostante, favorendo la creazione di un ambiente ideale per la muffa.

  • Soffitta: Le soffitte o le mansarde, se non isolate bene, possono diventare un luogo di crescita della muffa a causa dell’umidità proveniente dal tetto e dalla scarsa aerazione.

Animali domestici


cuccioli di cane e gatto

Sono i nostri migliori amici, ma alcune persone ne possono soffrire la presenza. Oltre ad un allergia vera e propria ad esempio verso i felini, bisogna sottolineare che in generale cani e gatti intrappolano nei loro peli allergeni e agenti patogeni dall’esterno, che poi si depositano su pavimenti, muri, divani ecc.


Gestione delle allergie in casa

Ma quindi come si combattono le allergie in casa? Quali sono i modi più efficaci per combatterle? Ecco alcuni consigli:


  • Mantenere gli ambienti puliti: potrebbe sembrare un consiglio scontato, ma in particolare durante la primavera è fondamentale evitare l’accumulo della polvere. È importante catturare la polvere con un panno umido o con un aspirapolvere con filtro HEPA, per assicurarsi che venga definitivamente rimossa e non solo spostata. Se necessario, potrebbe essere utile anche l'installazione di un purificatore d'aria.

  • Pulizia della muffa: Trattare le superfici in aree problematiche, come la cucina o il bagno, con dei prodotti antimuffa è fondamentale. Ancora più efficace è però prevenire la sua comparsa, mantenendo la casa asciutta e ben ventilata, e asciugando tempestivamente le zone che possono rimanere umide come la doccia e il lavandino.

  • Lavaggio dei tessuti: I tessuti, come la biancheria da letto e i tappeti, possono trattenere gli allergeni ed è importante lavarli regolarmente. Inoltre, l’uso di coprimaterassi e copricuscini anti-acaro può aiutare a ridurre la presenza di acari della polvere.

  • Gestione degli animali domestici: se si hanno animali domestici è importante mantenere puliti sia loro che le aree in cui trascorrono la maggior parte del tempo. Se lo si ha a disposizione, è importante sfruttare il proprio giardino o area esterna per far giocare i nostri amici a quattro zampe, a patto che vengano puliti una volta rientrati in casa.

Ricorda, la chiave per una gestione efficace delle allergie in casa è la prevenzione. Mantenendo la casa pulita e riducendo la presenza di allergeni, si può creare un ambiente più sano e confortevole per tutti.


Commentaires


bottom of page